Carissime maturande e carissimi maturandi

Messaggio del Dirigente Scolastico

Carissime maturande e carissimi maturandi, anche quest’anno scolastico è pronto al grande rito di passaggio: l’esame di Stato. Avete trascorso tra queste mura cinque anni e qui conserveremo le vostre gioie e le vostre lacrime, i vostri momenti bui e quelli più belli, ma soprattutto custodiremo il vostro ricordo. Conosco molti di voi e ho avuto il privilegio di incontrarvi personalmente, di parlare con voi, di ascoltarvi e di gioire per i vostri successi.

Vi ho visto mettervi alla prova, condividere con la comunità scolastica i vostri talenti e conquistarvi un posto in prima fila durante la cogestione e nelle numerose attività formative pensate per voi. Vi aspetta l’atto finale che spalanca le porte al mondo dei grandi. Siate sognatori, non rinunciate mai a realizzare i vostri progetti, fate fruttare i vostri talenti e fidatevi del vostro istinto. Non fidatevi di chi vi promette facili traguardi e lavorate duramente per costruire il vostro futuro. Il mondo ha bisogno di donne e uomini onesti, che sanno guardarsi intorno e che sanno accogliere l’altro senza pregiudizio e senza dimenticare che siamo “animali politici”. Non vendete la vostra anima al successo e al denaro, sappiate essere costruttori di pace e lavorate per un mondo giusto. Studiate perché è dalla conoscenza che nasce la vera libertà, non siate prigionieri di alcuna ideologia, ma abbiate un pensiero critico e una mente aperta sempre. Siate aperti al confronto e fate della diversità la vostra ricchezza. Oltrepassate quel cancello con la testa alta e conservate il vostro Liceo nella testa e nel cuore. Per aspera ad astra!

Buona vita ragazzi miei.

Il vostro Dirigente Scolastico

Lucia Lolli

Immagine del corridoio della scuola con i banchi posizionati per lo svolgimento dell'esame di Stato

Circolari, notizie, eventi correlati