FUNZIONIGRAMMA
-----------------
URP

 

SCANSIONA O CLICCA SUL
QR CODE PER INFORMAZIONI
SUL NOSTRO LICEO

COME SCANSIONARE IL QR

 

 banner ammtrasp

banner albo 

banner gsuite

DOCENTI

 

registro elettronico docenti

PERSONALE ATA

 

FAMIGLIE

registro elettronico famiglie

 

banner certificati

banner certificato diploma

banner PAI

 

 INIZIATIVE DIDATTICHE 

ESABAC

banner intercultura

banner PCTO

 

banner lab2go

banner cic

banner erasmus 

etwinning

letti al vian

 

Il liceo Vian ancora vincitore al Premio David di Donatello Giovani

Per il terzo anno consecutivo una rappresentanza delle studentesse e degli studenti del Liceo Scientifico “I. VIAN” di Bracciano ha preso parte, con entusiasmo e interesse verso il linguaggio cinematografico, ai lavori della Giuria Giovani del Premio Nazionale Cinema “David di Donatello”, in collaborazione con Agiscuola e Ministero dell’Istruzione, come membri della locale giuria costituita presso il Cinema Palma di Trevignano Romano.

La partecipazione è consistita nella visione dei film prodotti in Italia nel 2021 su piattaforma dedicata. Al termine delle proiezioni i Giovani Giurati hanno formulato un personale giudizio critico su alcune opere ed espresso un voto di gradimento. Il suddetto percorso – fonte di indubbio arricchimento umano e culturale per ciascuno dei partecipanti – è stato portato a termine, per l’edizione 2021-2022, da ventidue allievi dell’Istituto. La partecipazione al Premio prevedeva un concorso che avrebbe premiato, l’elaborato arrivato al primo posto, con la partecipazione alla giuria di giovani studenti per l’attribuzione del “Premio Leoncino d’Oro” presso la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e l’elaborato classificato al secondo posto con la partecipazione alla 26^ Edizione del “Campus Cinema Scuola Giovani” a Roma.

Uno studente del Liceo Vian, Marco Leonetti, si è classificato al secondo posto per la Regione Lazio, confermando che al Liceo Vian sta nascendo una generazione di nuovi critici cinematografici, infatti questa vittoria segue il primo posto, ottenuto nell’edizione 2021, proprio da una studentessa del Vian.

Per l’impossibilità del primo classificato a recarsi a Venezia, Marco Leonetti parteciperà alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.  Complimenti Marco e aspettiamo le tue cronache da Venezia!

 

LA MIA ESPERIENZA AL PREMIO DONATELLO GIOVANI
di Marco Leonetti

Sono Marco Leonetti, ho diciotto anni ed ho frequentato nell’anno scolastico 2021-2022 il quarto anno del Liceo Scientifico “I. Vian” di Bracciano. Quando sono venuto a conoscenza dell’attività di PCTO - Premio David di Donatello Giovani, nato dalla collaborazione tra AGISCUOLA e MIUR, per far appassionare sempre più studenti alla cinematografia, realizzato presso il nostro Istituto con il sostegno del Cinema Palma di Trevignano Romano, essendo un grande appassionato di cinema, ho deciso con grande entusiasmo di partecipare. Al momento dell’iscrizione al PCTO, avevo già visionato parte dei film in concorso, mentre altri li ho recuperati proprio grazie alla piattaforma streaming gratuita dedicata al progetto.

Uno dei film che avevo già visto era “Freaks out” di Gabriele Mainetti. Non sapevo nulla di quest’opera, ma quando vidi il trailer al cinema, pensai: ”Questo non è un film italiano, è fatto troppo bene”.  L’evidente accento romano degli attori e i luoghi del film, mi fecero subito rendere conto, però, che la produzione doveva essere italiana. Lessi il nome di Mainetti alla regia, e ricordando che era lo stesso regista di “Jeeg Robot”, capii all’istante il file rouge di internazionalità dell’opera e tanto bastò per convincere mio padre ad accompagnarmi al cinema a vedere l’ultimo spettacolo, nonostante il giorno seguente avessi la sveglia puntata alle 4.30 di mattina per andare all’aeroporto di Fiumicino. Ne rimasi così colpito che non riuscii a chiudere occhio.

Ho poi preso parte, come già detto, al PCTO proposto dal professor Centola, che ringrazio per avermi dato la possibilità di consegnare in ritardo la recensione che avevo dimenticato di scrivere, infatti la scadenza era stata fissata al 21 marzo e poi prolungata di due giorni. Il 23 marzo, alle 22.30 circa, dovevo decidere tra “È stata la mano di Dio” e “Freaks out”, scrivere un’adeguata recensione e inviarla. Non ho scelto “È stata la mano di Dio”, benché forse sia migliore, perché volevo premiare l’internazionalità di un film italiano, che pur mantenendo l’autorialità, esalta il genere. Scrissi di getto, in mezz’ora circa, la recensione; avevo pensieri così chiari che addirittura mi avanzò parecchio tempo prima della mezzanotte; la inviai senza sapere nemmeno che ci fosse un premio, oltre alle ore riconosciute come attività di PCTO.

Evidentemente, i membri della Commissione per la valutazione degli elaborati critici, hanno ritenuto di premiare il mio elaborato per contenuto e per brevità, cosa che in questa mia cronaca sta mancando. Termino con i doverosi ringraziamenti all’ AGISCUOLA, al MIUR, al Cinema Palma e al professor Centola che con questo premio mi hanno dato la possibilità di partecipare alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

 

 

banner eduscopio         banner usr         banner bussola trasparenza         banner noipa         banner miur