FUNZIONIGRAMMA
-----------------
URP

 

SCANSIONA O CLICCA SUL
QR CODE PER INFORMAZIONI
SUL NOSTRO LICEO

COME SCANSIONARE IL QR

 

 banner ammtrasp

banner albo 

banner gsuite

DOCENTI

 

registro elettronico docenti

PERSONALE ATA

 

FAMIGLIE

registro elettronico famiglie

 

banner certificati

banner certificato diploma

banner PAI

 

 INIZIATIVE DIDATTICHE 

ESABAC

banner intercultura

banner PCTO

 

banner lab2go

banner cic

banner erasmus 

etwinning

letti al vian

 

Modellazione e stampa 3D di componenti meccanici

Formula SAE è il nome di un progetto proposto al nostro liceo Scientifico Ignazio Vian dall’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, con il professore Marco Marconi a coordinarlo e la dottoranda Giorgia Pietroni a presentarlo a noi studenti.

L’obiettivo di questo PCTO è quello di essere in grado di mettere in stampa un oggetto tramite la stampante 3D sensibilizzando e preparando i ragazzi all’utilizzo di piattaforme utili a questo scopo.

Il mondo delle stampanti 3D è in via d’espansione nel settore della progettazione e un'esperienza di questo tipo permette agli studenti di potersi interfacciare con un percorso innovativo e ottimale in modo da essere pronti agli studi futuri.

Questo progetto è stato composto da 5 giornate.

Le prime due giornate si sono svolte a distanza tramite la piattaforma "Google Meet". Durante questi incontri, durati circa 4 ore l'uno, ci è stato spiegato l'obiettivo del percorso che saremmo andati a compiere, spiegato in precedenza, ed in seguito ci sono state date alcune informazioni sulle stampanti, come ad esempio i tipi di stampanti (FDM, SLS, SLA o SLM) , i tipi di tecnologie (asportazione di materiali, fusione o deformazione), i tipi di produzione (additiva o sottrattiva) e i campi di applicazione delle stampanti 3D (professionali o industriali).

Nella settimana seguente ci sono stati altri due incontri, questa volta in presenza presso l’università della Tuscia.

Nel primo giorno ci siamo esercitati nell’utilizzo dell’applicazione “FREECAD” sfruttando le basi che ci erano state insegnate dal professore Marco Marconi e la dottoranda Giorgia Pietroni tramite i computer dell’università.

Nel secondo giorno invece, dopo un’introduzione alla funzione dell’applicazione “ULTIMAKER CURA” e diversi esercizi fatti in base alle competenze apprese, sono stati assegnati dei compiti da svolgere sempre più complessi. Questi ultimi sono stati all’inizio guidati, mentre in seguito sono stati fatti con più autonomia.

Alla fine del percorso di formazione, abbiamo acquisito le competenze necessarie per superare l’ultimo compito che consiste nel creare un modello complesso (mostrato in foto) e tradurlo in “Gcode” (linguaggio della stampante 3D) in un apposito software chiamato “Ultimaker Cura”.

L'ultimo incontro di questo progetto, tenutosi nell’Università della Tuscia, si è svolto in una stanza addetta alle stampe dei vari modellini. Giorgia Pietroni e un suo collaboratore ci hanno mostrato in un primo momento come una stampante, crea le stampe utilizzando come esempio un cilindro di piccole dimensioni. Successivamente ci hanno spiegato le differenze tra i vari tipi di materiali utilizzati nelle stampe e i vari vantaggi e svantaggi.

Infine ci hanno mostrato la stampa del modello che ci avevano dato come esercizio per applicare tutte le conoscenze apprese durante gli incontri precedenti.

Al termine della mattinata, dopo una chiacchierata, li abbiamo salutati e ringraziati della bellissima esperienza.

Secondo la nostra opinione questo PCTO è stato molto utile e interessante soprattutto per chi ha una mente creativa e molti progetti per la testa: ci ha offerto la possibilità e la formazione necessaria affinché le nostre idee possano diventare realtà attraverso la modellazione e la stampa 3D.

Lo consigliamo vivamente a ragazzi con molta fantasia i quali desiderano toccare con le proprie mani le loro idee!

 

Belli Sofia, Braccischi Paola, Cuth Igor (IIIB), Errico Marco, Santoianni Jacopo, Sirghi Leon(IIIC)

 

banner eduscopio         banner usr         banner bussola trasparenza         banner noipa         banner miur