Comunicazioni

 

FUNZIONIGRAMMA
-----------------
URP

 

SCANSIONA O CLICCA SUL
QR CODE PER INFORMAZIONI
SUL NOSTRO LICEO

COME SCANSIONARE IL QR

 

 banner ammtrasp

banner albo 

 

Calendario attività

 

banner gsuite

DOCENTI

 

registro elettronico docenti

FAMIGLIE

registro elettronico famiglie

banner pagamenti 

banner certificati

banner certificato diploma

banner PAI

 

 INIZIATIVE DIDATTICHE 

ESABAC

banner intercultura

banner PCTO

 

banner lab2go

banner cic

banner erasmus 

etwinning

letti al vian

letti al vian

 

I ragazzi del Vian in Finlandia: diario di bordo - SETTIMO GIORNO

SETTIMO GIORNO IN FINLANDIA: UNA GITA IN BATTELLO
Sabato 1 febbraio 2020

È iniziato tutto un po’ più tardi del normale, d’altronde era sabato e la scuola era chiusa, così siamo andati con un battello simile a quello del lago di Anguillara su un’isola per visitare una fortezza che serviva alla Finlandia per difendersi dagli attacchi della Russia. Era freddissimo e tirava un vento simile alla nostra tramontana ma ancora più pungente. Naturalmente abbiamo fatto il giro di tutta la fortezza e ci siamo avventurati anche all’interno di alcuni tunnel che servivano per spostarsi da una parte all’altra dell’isola senza uscire dallo scoperto. È stata molto divertente questa “visita”, ma lo è stato ancor di più il piccolo tragitto in battello. Lì abbiamo insegnato un gioco italiano ai Finlandesi, ai quali è piaciuto tanto, ma veramente tanto, a tal punto che anche per gli spostamenti in treno ci usciva sempre una partitella.

Quindi, giunti sulla terraferma, noi Italiani abbiamo comprato i classici souvenir per i parenti e poi ci siamo divisi per andare a mangiare. Alcuni sono andati a casa di Anni, altri a mangiare in qualche locale e altri ancora sono tornati a casa. Verso le 15:00 alcuni di noi sono andati ad una partita di hockey dove giocava la sorella maggiore di Triinu. È stata uno spettacolo pazzesco: volavano schiaffi di competizione, botte, spinte contro le pareti e cadute, brutte cadute, ma nonostante una sonora sconfitta per 7-0 le ragazze si sono tolte i caschetti e si sono strette la mano. Cosa meravigliosa e impensabile in Italia (o almeno in alcune regioni). Nella strada di ritorno tra il palazzetto e la metro faceva freddo...tanto freddo, saremo stati a 0 gradi. Così abbiamo fatto una corsa che i velocisti al confronto non erano niente.

Arrivati alla metro ci siamo diretti verso la biblioteca di Helsinki e abbiamo giocato, parlato e riso come se la lingua e la cultura differente non fossero un problema. Alle 19:00 siamo andati al museo di arte moderna di Helsinki, il KIASMA. Lì ce la siamo spassata sorridendo per le buffe opere d’arte e per la gente che seriamente rimaneva lì a fissarle. Ci siamo diretti in un secondo momento all’ultimo piano dove c’era una scritta illuminata e una parete a vetri dove si poteva vedere un magnifico panorama e abbiamo scattato molte foto sia per ricordo del viaggio stesso ma anche per bloccare il tempo in quel preciso istante dove tutti avevano quel sorrisetto sulle labbra (chi grande e chi piccolo) che si ha quando si sta bene con le persone a cui si vuole bene. Finalmente, dopo questo giorno sfiancante, siamo andati a mangiare ad un’ora decente per gli standard italiani. Erano le 20:30 più meno e ci siamo mangiati un salutare pasto al McDonald. Poi abbiamo continuato a giocare a "quel giochetto" e alla fine, con il dispiacere che si leggeva in faccia ai nostri amici Finnici, ognuno è andato nella propria casa.

A.M e R.G.

 

SESTO GIORNO IN FINLANDIA: INGLESE E PATTINAGGIO
Venerdì 31 gennaio 2020

La mattinata è iniziata a scuola dove abbiamo partecipato ad una delle lezioni di inglese della classe 9F. Si è svolta diversamente rispetto alle lezioni che siamo abituati a fare in Italia, per esempio c'erano gli alunni che parlavano oppure uscivano tranquillamente dall'aula senza che il professore dicesse niente oppure usavano il loro telefono.

Poi ci siamo spostati in un' altra aula che era decorata con dei graffiti sulle pareti, inusuale per una classe. Qui , dopo pranzo, abbiamo discusso dei vari stereotipi sia finlandesi che italiani.

Usciti da scuola ci siamo diretti verso la pista di pattinaggio sul ghiaccio, dove c'è stato molto divertimento e molte cadute. Dopo aver fatto la cena ci siamo diretti verso la caffetteria Fazer dove abbiamo fatto una piccola merenda.

S.A. e S.C.

 

QUINTO GIORNO IN FINLANDIA: ROBOT E CIOCCOLATO
Giovedì 30 gennaio 2020

Oggi ci siamo incontrati in una parte separata dall'edificio scolastico per una lezione di robotica. All'inizio eravamo spaesati poiché non sapevamo bene quale fosse il programma. Ma poi abbiamo iniziato a prenderci mano al punto che abbiamo costruito dei robot telecomandati.

Successivamente siamo tornati alla struttura principale della scuola dove abbiamo assistito alle lezioni dei nostri "host". È divertente e interessante vedere lo svolgimento di queste lezioni differenti dalle nostre. Pensavamo fosse molto complicato capirne l'andamento ma poi effettivamente è stato abbastanza facile seguire.

Nel pomeriggio siamo andati in un'enorme fabbrica di cioccolato, la Karl Fazer Chocolate Factory, una delle più famose marche di cioccolato della Finlandia. Eravamo molto eccitati perchè sapevamo che avremmo comprato del cioccolato😋. Lì abbiamo inoltre potuto assaggiare molti tipi di cioccolato differenti gratuitamente e a volontà.

In seguito siamo tornati a casa, ognuno con il proprio host ma ansiosi di incontrarci più tardi. Dopo la cena, ci siamo riuniti in una grandissima libreria al centro di Helsinki. Lì abbiamo giocato un po' a carte e parlato tra di noi tra risate e divertimenti. Trascorso un po' di tempo, si stava facendo tardi e alcuni del gruppo purtroppo sono tornati a casa l'altra parte invece è andata al McDonald's per concludere la lunga giornata insieme.

M. T. e M. C.

 

 

 

QUARTO GIORNO IN FINLANDIA: LA GARA DI CUCINA
Mercoledì 29 gennaio 2020

Diversamente dai giorni precedenti oggi abbiamo avuto la possibilità di dormire un po' di più, ci siamo incontrati a scuola alle 9:30 ma, a causa della pioggia, non abbiamo potuto visitare il parco naturale di Uutela. Siamo quindi rimasti a scuola e i nostri corrispondenti ci hanno insegnato a giocare a "Floor ball" e "City war" due giochi con i quali siamo riusciti a rafforzare il nostro legame e anche a farci qualche risata.

Intorno alle 13:00 ci siamo diretti alla classe di gastronomia per iniziare una gara di cucina nella quale, dopo essere stati divisi in gruppi abbiamo avuto la possibilità di imparare alcune ricette tipiche finlandesi. Purtroppo non tutti i gruppi hanno ottenuto buoni risultati e alcuni hanno dovuto mangiare piatti non molto invitanti. Dopo questa cena assai movimentata, intorno alle 17:00, ci siamo diretti a una sala giochi vicino al centro di Helsinki dove abbiamo giocato a "Laser game" una specie di paintball con pistole laser.

A fine partita dopo una pesante sconfitta da parte di una squadra di bambini siamo andati con i ragazzi finlandesi in un parco dove abbiamo concluso la giornata svolgendo vari giochi di gruppo.

D.B.M. e F.L

 

TERZO GIORNO IN FINLANDIA: CHIMICA ALL'UNIVERSITÀ
Martedì 28 gennaio 2020

Oggi come ieri ci siamo incontrati alle 9 a scuola (e siamo riuscite ad arrivare in orario!). L'intera giornata era dedicata alla Chimica. Nella scuola di Kolussari abbiamo separato il dna dal resto della cellula e preso confidenza con l'osmosi al microscopio.

Poi, all'università di Helsinki abbiamo prodotto del gelato con l'azoto liquido (assolutamente un esperienza diversa ed anche sorprendente). All'inizio la maggior parte di noi era confusa: cosa si doveva fare? Soprattutto non avevamo bene in mente il risultato (tranne per il gelato, quello era chiarissimo). Inoltre l'inglese non era molto d'aiuto. Comunque alla fine abbiamo portato a termine tutti gli esperimenti con successo.

Tornati dall'università ognuno è stato con il proprio corrispondente, ha cenato e verso le 18 ci siamo rincontrati tutti in un grande centro commerciale. Per finire in bellezza, tutti al Mc!

G.F. e L.R.

 

SECONDO GIORNO IN FINLANDIA: LA SCUOLA E LA CITTÀ
Lunedì 27 gennaio 2020

Dopo la fantastica accoglienza da parte delle famiglie ospitanti, il  giorno seguente dopo un freddo risveglio ci siamo riuniti nella scuola, completamente diversa da quelle italiane. La cosa che penso abbia colpito la maggior parte di noi è stato l'obbligo di togliere le scarpe prima di entrare in classe. Dopo aver atteso l'arrivo dei nostri compagni, abbiamo svolto delle attività per conoscerci meglio, ci siamo divertiti molto e inoltre abbiamo scoperto alcune tradizioni dei nostri compagni finlandesi. Siamo poi stati divisi in gruppi e abbiamo svolto un tour della scuola. Ci ha sorpreso molto nonostante ci fossero alcune somiglianze con quella italiana. Una cosa che non è presente in tutte le scuole d'Italia è la mensa dove abbiamo mangiato abbondantemente per poi prepararci a visitare la città.

Per la visita alla città i nostri compagni finlandesi avevano organizzato una sorta di caccia al tesoro dove dovevamo scattare delle foto nei posti segnati sul programma. Una lunga camminata per la città e ci siamo ritrovati nel punto di incontro. Dopodiché... Un tuffo in piscina all'aperto! La maggior parte di noi ha provato per la prima volta la sauna. Inoltre essendo la piscina provvista di una vasca piena di acqua di mare alcuni di noi sono riusciti a tuffarsi nell' acqua gelata. Dopo il bagno siamo andati in un centro commerciale, dove abbiamo cenato in un locale gestito dai genitori di un nostro compagno. Finita la cena ci siamo divisi e abbiamo girato per il centro commerciale per poi rincontrarci dovendoci salutare per tornare a casa.

Buonanotte e ci vediamo domani!   

A.L. e L.M

 

PRIMO GIORNO IN FINLANDIA: L'ARRIVO
Domenica 26 gennaio 2020

Questo primo giorno è stato memorabile, già dall'arrivo in aereoporto, anche se molti di noi avevano già preso l'aereo eravamo tutti molto emozionanti.

Il viaggio è stato abbastanza tranquillo. All'arrivo ci siamo incontrati con le famiglie che ci avrebbero ospitato per la nostra permanenza in Finlandia, siamo stati smistati e il professore ci ha salutati e ha detto che ci saremo rivisti l'indomani.

La Finlandia è un posto molto pulito, almeno questa è la nostra prima impressione. Arrivati a casa ci siamo meravigliati delle diversità fra queste due realtà: togliere le scarpe prima di entrare, avere una sauna in casa, avere l'acqua potabile direttamente dal rubinetto.

Verso le sei siamo andati ad una festa con tuti gli altri ragazzi e ci siamo divertiti un mondo, anche lì c'era una sauna e avendola provata posso dire che è molto più calda di quanto uno si aspetti, ma è stato bello lo stesso, poi abbiamo cantato tuti insieme, abbiamo riso e scherzato tutto il tempo, verso le otto siamo tornati a casa e mangiato della pizza surgelata...

Insomma, ci stiamo divertendo un mondo, è un'esperienza che raccomando di fare almeno una volta nella vita.

L. S.

finlandia2020 01

0
0
0
s2sdefault

banner eduscopio         banner usr         banner bussola trasparenza         banner noipa         banner miur